Overwhelming.

Non mi stupirei se richiedessero per me un TSO a breve.
ParanGIoia is back.
Io non ho la depressione post-natalizia. Semmai soffro d’ira post-natalizia. In questi giorni sono in grado di saltare su come una molla qualsiasi cosa turbi in maniera anche minimale il mio equilibrio interiore ed esteriore. Due giorni fa ho avuto l’impulso di prendere a calci il gatto che mi si era tirato addosso con troppa irruenza e la chiamata serale per cena da parte di mia madre mi genere un odio atavico perché ha la gravissima colpa di distogliermi dalle mie occupazioni tipo studiare, vegetare sulla blogosfera o leggere cose un attimino più di spessore, che poi è la mia attività natalizia preferita.
Forse è che sono uscita troppo, ho bevuto troppo, ho –orrore– socializzato troppo. Che ne so io. Vorrei far fermare tutto un attimo e tornare alla mia normalità come non mai. Vorrei tornare nella mia stanza di Pisa, senza pensieri e senza tutte le ansie belle e brutte che accompagnano inevitabilmente lo stare a casa… Ma più di tutto vorrei non essere un’altalena emotiva, non amare ed odiare questo posto al tempo stesso ed avere una stabilità più consona ad una normalissima ragazza di 25 anni quale sono.
Diciamo che stare a casa comporta un livello d’invasività del mio spazio al quale non sono più abituata. Non parlo di mia madre che, povera crista, mi chiama per cena o mi intima non proprio gentilmente di mettere a posto la mia stanza.
Parlo delle mie amiche, dei locali, delle sensazioni che questa città porta a galla. Mi sento distratta e disturbata da tutto quello che ho qui perché forse tendo troppo spesso ad ignorarlo. Non che sia brutto, anzi. Ho passato due settimane meravigliose qui, è stato tutto così naturale da sembrare innaturale… Tutto così limpido che tornare in via semi-definitiva a giugno non mi pare nemmeno così orrida come prospettiva. Però è un’altra vita, ne ho due e le cose sono troppe.

Lamentarsi di ciò è veramente da cretini e ne sono pienamente consapevole. Devo solo imparare a vivere serenamente le cose e non pensare sempre che mi sovrasteranno in un modo che non saprò gestire. Andrà tutto bene e troverò il modo di farci stare tutto come ho sempre fatto, mettere tutti i pezzi al loro posto non è mai stato un problema, solo che se di problemi non me ne faccio io non sono contenta.
Nel frattempo mi siedo e faccio un respiro, qualcosa succederà e ripartirò sulla giostra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...