Tutto sommato.

Ho ragionevolmente pensato che potesse essere quella volta. La volta in cui ci si accorge della macchia scura sulla mia iride destra, come ho sempre detto per esemplificare stupidamente la cosa che dovrebbe essere diversa dalle altre.
Ho supposto con relativa certezza che il vento girasse da un’altra parte e tuttora sono convinta di aver fatto ben a seguire questo refolo forse solo immaginario.
Ho scommesso su tante cose senza nemmeno accorgermene, ma per adesso sono così serena che magari mi vien da pensare che l’ho infilata giusta.
Ma c’è da valutare.
Ho bisogno di silenzio interiore. Di capire se sto facendo bene o male tipo tutto.
Di zittire tutte le ansie insensate, abolire le domande ed il sempiterno pippone autoinflitto.

Riuscirci così mi lascia quasi un vuoto. Come se senza la mia dose di nervosismo non fossi io.
Ma da queste parti si sta bene.
Brezsny mi ha detto di sperimentare un qualche tipo di morte come liberazione e fresh start. Bell’oroscopodemmèrda, grazie, ma tutto sommato è attinente a questa strana pace.
Come chiudere la porta uscendo dalla sala prove. Basta affacciarsi mezzo secondo dentro e c’è un gruppo di sedicenti sedicenni alle prese con la prima cover di Smell like teen spirits che fa un chiasso allucinante e no, non infila una nota a pagar oro…
Ma qui fuori si sta bene, ci si può accendere una sigaretta e fumarla in pace… In attesa di tornare a fare il tifo per sbrogliare il delirio della sala prove…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...