Pretty little liars – Season 3 REVIEW: “Penniènte proprio!”

Io l’ho sempre detto di avere serie difficoltà di comprendonio. Sono di una lentezza esasperante quando si tratta di tenere le fila di un discorso. Ho bisogno di schemi coi riquadri ed i colorini uno diverso dall’altro come un paziente DCO per rinvenirmi di cosacazzovogliadire una mezza insignificante pagina di libro.
E possibilmente datemi un’insegnante di sostegno, o ci faccio notte. Grazie.

Figuriamoci quindi se riesco a star dietro a una trama che aspira alla complessità di Cent’anni di solitudine con la profondità di una televendita Eminflex…
Questo sta diventando PLL.
Il concept è nient’altro che GENIALE nella sua semplicità, ma lasciatemi dire una cosa: non si sostiene. Non si sostengono nuovi personaggi che spuntano dalle erbette ad ogni puntata(vedi la vecchia compagna di merende di Alison, il dottorino figo che rispunta dopo X puntate d’assenza…) e sparizioni improvvise di personaggi su cui c’eravamo costruite tremila film mentali(Byron? Fratello di Arya che non mi ricordo come ti chiami?! Where are you?!).
Non si sostengono le mises di Arya che pare scappata da un circo e la velocità con cui tutto succede senza aggiungere alcun tassello alla chiusura del cerchio che appare insostenibilmente lontana. E siccome la prima stagione è stata qualcosa d’indicibilmente coinvolgente noi vogliamo a tutti i costi capire cosa cacchio è successo quella notte. Dov’è finito quel mostro macabro di Ali, chi c’ha fatto il favore di levarla dal mondo e soprattutto come mai in quella città tutti si comportano come pazzi schizoidi.
Non è possibile concludere ogni puntata con un vaffa e uno “maccheccazzo c’entrano adesso tutti ‘sti indiziucci?”. Insomma, Marlene King ha fatto il primo scivolone con la storia di Mona, adesso spero vivamente che voglia stupirci con effetti speciali… Smentiscimi, o somma autrice. Dimostra di aver creato un grande show e non una robetta rimpapocchiata stile Beautiful…
La serie rischia di perdere pubblico, non c’è che dire.
Alla prossima, bitches.
-A

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...