E mentre la città si fa il suo trip.

E insomma, fa quasi ridere. Non so come dirvelo Docs, è da vergognarsi.
Io sto tornando a vedervi e penso che potrei guardarvi ed ascoltarvi suonare all’infinito. Penso che potrei ballare all’infinito e perdermi in uno stile e una poetica che sento tremendamente MIEI.
Vi ho conosciuti come si conoscono tutti i gruppi che fanno qualche pezzo pop iper trasmesso dalle varie Mtv o DeejayTV, ma ci ho messo anni a capire cosa nascondevano le vostre menti perverse.
C’è voluto un po’ di tempo perché potessi imparare a comprendere le vostre storie d’indecenza, sporcizia, viaggi ed indegnità. Per amare il vostro modo rude di pensare, di prendere e partire.
Di graffiarmi.
Ma siccome l’ho capito e mi ha cambiato tutto, tornerò per la quarta volta. Nella mia città, stavolta. Ed è come se volessi essere l’ per accogliervi e per dirvi “ciao, sono sempre io, quella che non ne manca uno se è nel raggio di 300 km”.
Dottori, ci vediamo l’1 settembre. Non sto nella pelle.
Sincerely yours,
Gioia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...