G’sA 8×19 REVIEW: “Guardare ed imparare”

A tutti voi che bugnate su quanto Grey’s Anatomy sia scaduto rispondo con assai convinzione che non è vero proprio una ceppa.
Sarà che in mezzo a questa desolazione è bello vedere che c’è ancora chi sa fare il suo lavoro.
Guardare ed imparare, Signori Sceneggiatori di Gossip Girl.
Questa puntata scorre parallela su due binari perfettamente equilibrati nella loro diversità che riescono a far alternare allo spettatore momenti di commozione ad allegria e leggerezza.

Partiamo col descrivere il dramma fra Cristina ed Owen.

Premetto che quando si tratta di loro ho difficoltà ad essere obiettiva perché fondamentalmente sono una donnetta.
Sulle fan page ho letto che c’è poco consenso sulla scelta che Shonda Rimes ha fatto per il personaggio della Yang.
Ora, signorine e signori omosessuali di tutto il web, io credo che sia una scelta perfettamente coerente con quello che è il personaggio della Sandruccia Oh.
Grey’s Anatomy ha come suo carattere fondamentale la prevedibilità e la coerenza dei suoi personaggi senza risultare mai scontato nella trama, e come diavolo volevate che reagisse la cinica Cristina? Una maniaca del controllo perfezionista ed anche parecchio superba, come tutti i medici che hanno a che fare col cuore? Ed io che ci ho anche fatto il tirocinio, in Cardiologia, ne so qualcosa, sentiteammé.
Un dialogo ben fatto e Sandra Oh PERFETTA.
Guardare ed imparare, Dr. Grey/Sheperd, che sei espressiva quanto me in questo momento.

E insomma Owen leva le tende dopo averle detto che non amerà nessun’altra nevah come ha amato lei e similari baggianate, tanto che li fa finire insieme la Shonda l’ha tweetato centordic’anni fa e c’ha levato tutto il brivido.
E qui ci starebbe un bell’ Insofferenza atto III, perché non è possibile che:
1 – tu, admin di fan page, passi la tua vita fra twitter, il sito dell’ABC e i blog della zia acquisita del fioraio della nonna dell’assistente di produzione per avere spoiler anche sul colore dei calzini del fio della Bailey nella prossima puntata.
2 – io NASCONDA tali fan page per evitare di essere spoilerata fino alla dodicesima stagione ed il giorno dopo risiano lì sulla mia fottuta home page.
Insomma:
Cristina Yang/Sandra Oh —> 10 per il “…and then GO OUT, stralevati dal cazzo redhead dei miei bisturi sfranti, che mò l’hai detta grossa, o mangiar questa minestra o saltar quella finestra!”
Owen Hunt/Kevin  McKidd —> 6, e te lo do perché alla fine l’hai abbracciata in quel modo.

E ci tengo a precisare che per me la puntata poteva finire anche qui, se non fosse che mi han piantato Mark Sloan come chief che è obiettivamente troppo carino e troppo azzeccato in ogni dettaglio e in ogni line.
Bello anche l’adenoma cacciato dal fegato del donatore dal Dr. Webber, che rimette il chirurgo plastico al suo posto con un discorso molto bello, di quelli che mi piacciono tanto e che spero il mio responsabile di reparto un giorno mi faccia guardandomi con occhi dolci paternalistici ed afflato di commozione.



Mark —> 8, perché m’hai fatto un po’ troppo lo spaccone.
Dr. Webber —> 7 per lo speech, altrimenti mi rimani sempre un po’ impersonale.

Nel frattempo gli specializzandi stanno a preparare questi benedetti boards, che io dico, ma gli States non sono la patria della pratica? Cazzo fai un esame finale che son quattro anni che non fai altro che aprire gente?
Che senso ha studiare *così* tanto* sui libri dopo cinque anni che pratichi la professione?
Semmai dovrebbero studiare prima, ma si sa che la laurea ce l’hanno facile e che per far ricerca in Medicina gl’arrivano i poveri malcapitati di europei che non hanno visto un’OR per sei anni, e non sanno nemmeno tirare il sangue.
Carine le scenette con Kepner, Karev, Lexie & co, ai quali dò un 6,5 complessivo, senza infamia e senza lode.

Sempre più dubbiosa sul senso di Ellen Pompeo/Meredith Grey, che al di là del dramma sempiterno con Derek Pastore non ha un suo ruolo, una sua dimensione. Lei è l’appendice di quel genio della Yang e se le dò 5 è già assai. Pastore ormai è un carinerrimo soprammobile nella serie, e qualcuno prima o poi mi dirà se lui e l’allegra combriccola intendono o meno firmare per la dannata nona stagione. 6 a Pastore per il sorriso, proprio.

Ai fans americani DUE.
Non è possibile che i commenti siano al massimo del calibro di “Oooooooh, how cute! *******” sotto le foto della pargola Pastore, dico, va bene essere donnette ma cercate di darvi un qualche spessore, sant’Iddio.

Comunque, equilibrio perfetto, la trama scorre, Crowen li amiamo sempre di più, brava brava brava Shondona, continua così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...